ABBANDONATI A DORMIRE NELLE STAZIONI: I RIFUGIATI PROTESTANO A TORINO

Ricattati con 500 euro e mandati via a dormire nelle strade e stazioni: i rifugiati del “Piano Emergenza Nord-Africa” presidiano la Prefettura di Torino

Torino -

 Sono accorsi stamane a protestare sotto la Prefettura di Torino i rifugiati e profughi ricattati con 500 euro ad abbandonare le strutture che li ospitavano. “Chi ha mandato via i rifugiati dai centri che li ospitavano senza preoccuparsi di trovare una sistemazione abitativa e di accoglienza alternativa è responsabile di aver commesso atti indegni e incivili. Per questo stiamo verificando con i nostri legali gli estremi di una denuncia nelle sedi opportune nazionali ed internazionali. Fermo restando la nostra determinazione affinché siano adottate soluzioni immediate da parte della prefettura” dichiara Soumahoro Aboubakar del Movimento Rifugiati e Profughi. La manifestazione ha visto rifugiati che da giorni dormono per strada ed è stata un momento di denuncia contro il ricatto subito e la rivendicazione del diritto all'abitare e all'accoglienza. Ai margini della protesta una delegazione dei manifestanti è stata ricevuta dalla Prefettura con l’impegno da parte della stessa a trovare una sistemazione per tutte le persone vulnerabili. Inoltre la convocazione di un incontro a breve con la presenza del Prefetto di Torino in modo da affrontare tutte le questioni sospese riguardanti i rifugiati e le condizioni degli operatori lasciati a casa senza lavoro.

"vigileremmo costantemente affinché quanto concordato stamane in prefettura abbia concreta attuazione” conclude Soumahoro Aboubakar

Torino, 11 marzo 2013 *Per informazioni Cell. 347 92 50 741

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati